Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Aperta la strada di Borbiago

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

5

ago

2014

Finalmente, dopo oltre un anno, è percorribile la bretella che collega la Brentana con l’autostrada

MIRA – Aperta, con una mezz’ora di ritardo sul previsto, e provvisoriamente, la bretella tra la Regionale 11 Brentana e la Provinciale 81 camionabile verso il casello autostradale di Oriago. Curata in molti dettagli, dai pannelli fonoassorbenti alla passerella ciclopedonale che collega le vie Monte Sommo, Valdarno, Giovanni XXIII e Ticino. In realtà si tratta di un’apertura provvisoria in quanto Provincia e Comune di Mira non hanno ancora completato l’iter per l’acquisizione della strada e così “Veneto Strade”, che ha realizzato l’opera ed era pronta a consegnarla il 25 luglio scorso, ha deciso comunque di aprirla assumendone la gestione temporanea. Molte le sollecitazioni giunte nei giorni scorsi affinchè la bretella di Borbiago, chiusa dal 10 aprile 2013, venisse aperta superando gli adempimenti burocratici, il Pd di Mira aveva presentato un’istanza al prefetto di Venezia, e il consigliere regionale Francesco Piccolo un’interrogazione in Consiglio Regionale. Venerdi scorso l’assessore provinciale Paolino D’Anna ed il sindaco di Mira Alvise Maniero hanno trovato un accordo con Veneto Strade e la bretella è stata riaperta. «Provincia e Comune devono sottoscrivere un verbale per la presa in consegna delle opere – spiega l’assessore D’Anna -. La Provincia deve preliminarmente acquisire da parte del Comune il nulla-osta a trasferirle il tratto di strada di proprietà tra la SR11 e il sottopasso, nonché prendersi in carico la SP29, e gli uffici stanno aspettando questa comunicazione».

Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui