Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

CAMPOLONGO – Nuovi cedimenti degli argini dovuti alle recenti piogge e smottamenti lungo il tratto del fiume Brenta fra Bojon di Campolongo e Sandon di Fossò. A segnalarli è il comitato Brenta Sicuro che invita la Regione a stanziare nuovi fondi da poter utilizzare per interventi di consolidamento delle rive. «Le frane degli argini», spiega per il comitato Marino Zambon, «non si fermano e nei giorni scorsi in due punti per un una lunghezza di quattro-cinque metri sono franate nel fiume parti delle rive che erano state segnalate come pericolanti. Se le rive del fiume crollano già nel periodo estivo cosa potremo aspettarci per l’autunno e l’inverno?». Il comitato ha censito nelle scorse settimane insieme ai volontari di Legambiente gli argini del Brenta e quelli dei principali corsi d’acqua della Riviera come Naviglio, Pionca e Serraglio.

(a.ab.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui