Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso Consiglio di Stato contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

NOALE – Luce nuova in diverse strade del comune di Noale. Nei giorni scorsi è iniziata la sostituzione di alcuni impianti alimentati a vapori di mercurio con quelli a led o a sodio alta pressione, ovvero a risparmio energetico. In totale saranno 530 i punti da cambiare per una spesa che oscilla fra i 30 e i 40 mila euro. Nelle vie Pra’ della Ziralda, Tintoretto, Mondini, vicolo Benin e Sauro si metteranno le lampade a led, mentre come arredo urbano troveranno posto nelle vie Tintoretto, Piave, Dei Novale, Lancerotto, Tagliamento, giardini di Noale 2 e di via Gagliardi, Bersaglieri D’Italia, Lazzaretto, Cerva, Fapanni, piazza Martiri del Lavoro. Oltre 40 strade, invece, avranno la luce alimentate da sodio alta pressione; si va da via Sant’Andrea a via Ponte Casino, da via Vecellio agli Spalti Nord, tanto per citarne alcune. «Tutte le lampade» spiega l’assessore alla Manutenzione Andrea Muffato «sono inlinea con i requisiti previsti dalla Regione per ridurre l’inquinamento luminoso. Interverremo su Noale e frazioni, anche se questo dovrà essere solo l’inizio. Dovremmo ridurre gli sprechi e ottimizzare gli interventi da fare».

(a.rag.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui