Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Domenica Poveglia sara’ aperta a tutti

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

25

set

2014

L’Associazione nata per “riscattare” l’isola annuncia l’iniziativa con una lettera aperta e rilancia per averla dal Demanio

VENEZIA – L’Associazione Poveglia si candida per gestire l’isola di Poveglia per i prossimi 30 anni, ma intanto domenica renderà fruibile la parte nord di essa a tutti i veneziani che vorranno visitarla per dare un segno tangibile della sua volontà di recuperarla, dopo che l’asta lanciata dall’Agenzia del Demanio è fallita perché l’offerta economicamente più elevata, quella del patròn di Umana Luigi Brugnaro, è stata rifiutata dall’ente statale perché giudicata non congrua. Ma ora, con una lettera aperta, l’Associazione Poveglia, che aveva a sua volta presentato un’offerta con una raccolta di fondi tra i cittadini, torna a far sentire la propria voce. «Centinaia di persone – si legge – hanno collaborato alla stesura di un progetto sostenibile e plurale per salvare l’isola dall’abbandono in cui la pubblica amministrazione l’ha lasciata per troppo tempo, fino quasi a farne perdere la memoria. L’Associazione Poveglia è composta da quasi cinque mila persone che si sono organizzate per difendere un bene di tutti e impedire che un’altra isola veneziana fosse alienata.  Ha il merito di averci chiarito che si stava cedendo un pezzo di città e del nostro mondo, non un pezzo di nulla. Il clamore internazionale da noi suscitato ha probabilmente esercitato una deterrenza nei confronti dei giganti dell’economia che da molti anni fanno incetta di beni pubblici in svendita: questo pezzo di laguna non è stato assegnato ad alcun privato».  Ma per l’Associazione la vicenda di Poveglia non è finita. «Sappiamo che la legge permette, nel caso di mancata aggiudicazione – si legge ancora nella lettera – la possibilità di una trattativa privata: il Demanio deve scegliere tra un portatore d’interessi privati ed un soggetto portatore d’ interessi collettivi. Troveremmo inaccettabile che una comunità locale così numerosa ed eterogenea, mobilitatasi per la difesa di un bene comune prospettandone una rinascita con idee e modi innovativi, fosse tradita da un accordo in segrete stanze. La Umana Holding, mancata aggiudicataria dell’isola per aver offerto una cifra irrisoria, ha pubblicamente annunciato di voler fare ricorso al Tar del Veneto, magari per costringere il Demanio ad una trattativa. Non possiamo che considerare questa scelta come un’inutile perdita di tempo, una prevaricazione da parte di un singolo nei confronti della volontà di tanti. Altrimenti perché impantanare per anni la voglia di fare di migliaia di concittadini, con la certezza di perdere questa causa? La nostra voglia di un futuro migliore non può attendere i tempi della burocrazia: Domenica 28 renderemo fruibile la parte Nord dell’Isola a tutti i cittadini che vorranno visitarla». Per informazioni – Facebook: Povegliapertutti.

(e.t.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui