Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nel corso del mese di settembre le addette al Book Shop di Villa Pisani hanno staccato ben 12.200 biglietti!  Ovvero quasi 500 visitatori al giorno se si considera che la “Perla della Riviera” tiene chiuso il lunedì.
Un risultato al di là di ogni più rosea aspettativa specie in questi tempi di crisi. A facilitare l’exploit anche le buone condizioni del tempo che a settembre è stato piuttosto stabile, specie nella seconda quindicina.
Dodicimila biglietti si diceva. Davvero tanti. Per quanto riguarda dunque le presenze, ai primi posti ci sono i turisti tedeschi e, subito dopo, gli italiani (molti comunque della provincia veneziana). Poi i visitatori francesi, in aumento rispetto agli scorsi anni.
Hanno contribuito al notevole risultato, in primis il richiamo che la villa continua ad esercitare; poi la mostra «Luce su Venezia, viaggio nella fotografia dell’ottocento», duplice capolavoro fotografico di Ferdinando Ongania e, in modo particolare, come già detto il sole e le temperature miti che hanno e continuano a caratterizzare il territorio veneziano.
È andata davvero bene anche per la Caffeteria aperta a nord della villa a ridosso delle scuderie. «Abbiamo deciso, ed è stata questa la mossa vincente – dice il gestore Maurizio Zulian – di ampliare l’offerta e i risultati sono stati ottimi».

Silvano Bressanin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui