Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Flash mob per avere la ciclabile

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

26

ott

2014

Non più finanziato il progetto della pista sull’ex linea ferroviaria della Valsugana

“Vogliamo la ciclabile sulla ex Ferrovia”. Una quarantina di aderenti alla Fiab, Federazione Amici della bicicletta e dell’associazione Ciclo Liberi hanno manifestato ieri mattina alle 10 davanti al supermercato Cadoro di via Miranese per chiedere, dopo anni di attesa, la realizzazione della pista ciclabile sulla ex linea ferroviaria della Valsugana. «Dopo che Rete Ferroviaria Italiana ha finalmente tolto i binari, il Comune di Venezia non ha mantenuto l’impegno di avviare il cantiere. Noi chiediamo al commissario di finanziare concretamente e avviare i lavori dell’opera attesa da anni», hanno spiegato i ciclisti con un comunicato che invitava a partecipare alla manifestazione, l’ennesima per sollecitare la realizzazione di una pista ciclabile lungo l’ex ferrovia, chiusa, che taglia in due la Miranese e Chirignago. «Vorremmo avere un incontro con il commissario Zappalorto ma non sappiamo quando e se avremo udienza: avevamo già chiesto un incontro due mesi fa e non ci hanno neanche risposto dal Comune», fanno sapere dall’associazione dei Ciclo Liberi. L’ex assessore alla Mobilità Bergamo a marzo 2014 era andato a Chirignago a presentare durante la biciclettata per la Valsugana il progetto definitovo divenuto poi esecutivo della nuova ciclabile, con tanto di finanziamento da 500 mila euro. Ma l’arrivo del commissario e le modifiche ai piani comunali per l’approvazione del bilancio di previsione 2014 hanno fatto sparire il progetto dai finanziamenti certi. «Quella pista si realizzerà solo se andranno in porto le alienazioni. Quindi chissà quando. Ma nella zona di Chirignago non abbiamo alcuna pista ciclabile e i ciclisti si muovo su percorsi non sicuri. Su 16 itinerari che interessano il Biciplan, due riguardano Chirignago e nessuno dei due è stato mai realizzato. Adesso come la mettiamo?», protestano i ciclisti.

(m.ch.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui