Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO «Povera sindaco! Ora tenta di scaricare sull’opposizione la responsabilità della mancata approvazione del Pati continuando a sperare che l’arrivo del commissario le tolga le castagne dal fuoco».

A dirlo è Giorgio Gei, capogruppo de “Il Ponte del Dolo”, dopo il Consiglio comunale nel quale è stata rinviata per la quarta volta l’approvazione del Piano assetto territoriale intercomunale (Pati) Dolo -Fiesso.

«Come opposizione non vogliamo questo Pati», dice Gei, «perché dovremmo fornire alla maggioranza i numeri per permetterne l’approvazione? In questi mesi c’è stata forse un’apertura di dialogo da parte della maggioranza?».

Gei critica l’atteggiamento di sindaco, giunta e maggioranza. «Si poteva pensare», conclude, «che dopo il fallimento del muro contro muro dei mesi scorsi e la palese impossibilità della maggioranza di approvare il Pati contando solo sui propri voti potesse prevalere il buon senso. Di fronte agli emendamenti e alle osservazioni da noi presentati si poteva aprire un tavolo di discussione che avrebbe forse permesso di trovare una dignitosa via di uscita per tutti, specie per Dolo».

(g.pir.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui