Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

CASTELFRANCO – Asta deserta ieri per l’alienazione del lotto a destinazione industriale tra via Sile e via Lovara. «Un successo del Comitato No Ecomostro», dichiara il capogruppo del Pd Sebastiano Sartoretto.

«Ora rivaluteremo come valorizzare l’area – aggiunge Claudio Beltramello, tra i candidati alle primarie Pd – l’idea è di lanciare un concorso di idee, l’obiettivo dev’essere quello di creare posti di lavoro, ma non certo con nuovi accumuli di cemento».

Intanto, la Rotocart, l’unica azienda che aveva in passato espresso un interesse all’acquisizione dell’area, quest’anno a formulare proposte d’acquisto non ci ha pensato neanche lontanamente, e pare stia indirizzando i suoi investimenti altrove, in Italia.

«Ho cercato di spiegare a tutti gli oppositori che l’attività non era assolutamente inquinante, ma sembrava non avessero voglia di ascoltare», spiega l’amministratore dell’azienda di Piombino Dese, Giuliano Gelain. Difficile prevedere quante assunzioni sarebbero derivate dall’insediamento dell’azienda, ma secondo Gelain si aggirano sul centinaio: «In un clima d’incertezza non si può però certo investire».

(mcp)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui