Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

SAN DONÀ – Tariffazione puntuale dei rifiuti con possibilità di scaricare il 10 per cento della Tari da parte delle imprese. Ulteriore differenziazione del rifiuto per aumentarne il valore. Riduzione dei rifiuti per abitante di circa 100 chilogrammi annui, come avvenuto in altri Comuni che hanno introdotto la tariffazione legata al carico effettivo invece che alla metratura delle abitazioni. Il neo assessore all’Ambiente Luca Marusso fa spallucce alle polemiche sul suo passaggio dall’opposizione alla maggioranza, con tanto di ingresso in Giunta e, con il sindaco Andrea Cereser, detta le linee guida per rafforzare la raccolta differenziata e diminuire i costi. A proposito di differenziata, sono giunti i dati di Veritas sulla produzione di rifiuti di agosto che vedono un ulteriore incremento della quota di differenziata, giunta all’80,37 per cento, confermando San Donà nella “top ten” dei Comuni ricicloni. La produzione complessiva di rifiuti è stata di circa 13.408 tonnellate per un dato pro capite di circa 480 kg annui. «Significativo che tale classifica – commenta il sindaco Cereser – veda al primo posto cinque comuni della Riviera del Brenta che si sono appena associati tra loro proprio per svolgere la raccolta puntuale. Ciò dimostra che, anche nel Basso Piave, le linee da seguire sono la collaborazione tra Comuni e tariffazione puntuale anche per ridurre le tariffe».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui