Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Dolo “Giudice di pace Nulla per salvarlo”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

6

nov

2014

DOLO – La sede del Giudice di Pace in piazzetta Storti. Il giudice rimane ancora sei mesi, ma “Difesa civica” chiede più impegno al Comune

DOLO “Difesa civica” attacca il Comune

DOLO – «Dolo sta perdendo centralità da molto tempo. Vengono continuamente persi servizi che le amministrazioni dovrebbero imparare a pagare perché oltre a dare importanza alla loro territorialità fungono da vantaggio per l’indotto dell’economia».

È quanto sottolinea l’associazione “Difesa civica” che evidenzia l’impoverimento del territorio. «L’Inps se ne andrà a fine anno a Mirano e per Dolo sarà un’ulteriore perdita di servizi mentre per il Giudice di Pace, che resta ancora a Dolo sei mesi, non si sta facendo abbastanza per cercare di mantenerlo definitivamente. L’impegno economico che dovrebbe essere sostenuto per salvaguardare un servizio di così grande importanza dovrebbe spingere il comune di Dolo, in qualità di maggior beneficiario, a sostenere costi in misura percentualmente superiore agli altri comuni al fine di garantirne la permanenza perché è evidente che ne deriva anche un vantaggio per tutte quelle attività che vivono di riflesso dalla presenza di queste Amministrazioni».

Nel mirino alcune scelte dell’attuale Amministrazione come evidenzia il portavoce Vincenzo D’Agostino: «Perché non investire sull’Ufficio del Giudice di Pace anziché per il Centro Studi sul Turismo? Non vi è proporzione fra quanto si spende per il primo rispetto al secondo che si avvantaggia anche dell’uso dei locali da dove sono stati trasferiti gli uffici comunali di via Rizzo». Dolo perde servizi ed il ruolo di centro del mandamento della Riviera del Brenta.

Lino Perini
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui