Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

SPINEA – Torna la festa delle “quattro erre”

«Spinetensi, preparatevi a svuotare cassetti, cantine e magazzini». L’invito del Comune però è chiaro: «non buttate ma partecipate alla Festa delle 4 erre», ossia ridurre, riutilizzare, riciclare e recuperare. La «Settimana europea per la riduzione dei rifiuti» è stata infatti declinata dalla giunta di Spinea in una speciale edizione dedicata al riciclo e alla lotta allo spreco alimentare.

Si parte sabato 22 novembre, dalle 16 alle 18, al centro educazione ambientale di via Rossignago. In programma due laboratori organizzati dal Wwf: «Giocare riciclando» per i più piccoli e «L’orto in terrazzo» per i genitori e tutti gli adulti interessati. Domenica 23 invece 5 ore di «traffico lecito» di oggetti inutilizzati. Davanti al municipio sarà allestito il «mercatino del baratto», dove dalle 10 alle 15 sarà possibile portare ciò di cui non si ha più bisogno ma è ancora in buone condizioni (iscrizioni entro il 19 novembre con il modulo on line o in municipio). Ai due lati del comune, invece, area dedicata agli hobbisti per la vendita dei prodotti. Un gruppo dei «Volontari terzo mondo Magis di Mestre» invece raccoglierà vecchi cellulari per finanziare la costruzione di cucine solari in Ciad.

Gli eventi si concluderanno il 4 dicembre con la conferenza «Mangiare bene per vivere meglio… e lasciare qualcosa agli altri» a cura dell’associazione «Un’altra idea di mondo». Tra i relatori, il professore Riccardo Valentini, il gastroenterologo Stefano Realdon e la senatrice Laura Puppato. A moderare sarà il vicesindaco Stefania Busatta: «A Spinea abbiamo migliorato la raccolta differenziata portandola dal 50 all’82% – spiega Busatta – e questo ci ha permesso ridurre le tasse alle aziende ed evitare aumenti ai cittadini. Ma si può fare di più e per ottenere reali risultati bisogna imparare anche a non sprecare. Noi inizieremo con un’iniziativa di sensibilizzazione nelle mense scolastiche della città».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui