Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

CAMPOCROCE – Il quartiere attende da anni l’opera inserita nel progetto del Passante di Mestre

MOGLIANO – «Non intendiamo rinunciare alla pista ciclopedonale a lato della provinciale 65 nel tratto da Campocroce fino al confine con Zero Branco, prevista come opera complementare al Passante di Mestre»: non molla Pietro Lorenzon presidente dell’associazone di quartiere della frazione di Mogliano, che si batte da anni per la realizzazione di quest’opera viaria promessa dalla Società Passante, mai realizzata. Lorenzon ha scritto al presidente della Regione, Luca Zaia, per far presenti i problemi della sicurezza stradale legati al tracciato del Passante che ha tagliato in due il territorio campocrocino creando anche problemi di aggregazione sociale.

Zaia gli ha risposto girando la grana al Comune. L’auspicio è che ora si metta in calendario un incontro con la società per venirne fuori. La comunità di Campocroce è stata costretta a subire la presenza del Passante. Erano stati promessi anche 3 milioni di euro a titolo di compensazione ambientale.

«Ora bisogna passare ai fatti -invoca il presidente- Siamo pronti a organizzare una grossa manifestazione di protesta se le nostre richieste continueranno a rimanere senza risposta». Campocroce, circa 1700 abitanti, attende da anni di utilizzare anche gli 800mila euro assegnati dalla Regione per realizzare la nuova piazza del paese e il centro civico.

(nd)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui