Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Spinea vuole ridurre gli sprechi

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

29

dic

2014

Sì unanime al progetto nazionale che riguarda cibo, energia e suolo

SPINEA – Il consiglio comunale approva all’unanimità l’adesione al protocollo “Sprecozero.net”, e così Spinea è il primo Comune del territorio a regolarsi per ridurre gli sprechi a tutti i livelli, dal municipio alle scuole, passando per specifici programmi che coinvolgeranno i cittadini e le imprese.

Dopo aver firmato già nel 2012 l’accordo promosso dal Comune di Trieste contro lo spreco alimentare, Spinea è dunque tra i primi in provincia di Venezia ad aderire alla rete nazionale degli enti contro lo spreco, una prassi che riguarderà tre ambiti: cibo, energia e suolo.

Il protocollo, firmato lo scorso novembre a Bologna, è stato sottoscritto dal Ministero dell’ambiente, dall’Associazione dei Comuni italiani e da Sprecozero.net, associazione che riunisce diversi soci fondatori.

Obiettivo: procedere al monitoraggio delle attività avviate nei vari enti con attivazione di pratiche anti-spreco, che potranno consistere in indagini di mercato, confronto di preventivi, delibere e mettere così i Comuni, e chi vi opera, nelle migliori condizioni di lavoro evitando perdite di tempo ed errori.

«Lo spreco, alimentare ma non solo, è inaccettabile dal punto di vista etico, economico, sociale e culturale», afferma l’assessore Stefania Busatta. «Anche l’Expo 2015 avrà come tema centrale la sostenibilità alimentare, attraverso una forte programmazione per la promozione dell’agricoltura sostenibile e il contrasto allo spreco. Le azioni che possono essere intraprese sono molte: in particolare a Spinea abbiamo promosso nelle scuole un concorso dedicato proprio a questo tema, con un primo incontro con i docenti per avviare il lavoro nelle classi. L’obiettivo è sensibilizzare i più giovani e coinvolgere le famiglie. Inoltre, come Comune, saremo parte attiva nell’informazione e realizzazione di buone pratiche antispreco».

(f.d.g.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui