Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Arriva la barriera anti-rumore

Passante, dopo le polemiche sui decibel l’annuncio di Cav: lavori durante l’estate 2015

Entro giugno la consegna dei lavori, durante l’estate la realizzazione della barriera. Buone notizie per i residenti dei quartieri Fossa e Luneo: il 2015 sarà finalmente l’anno dei lavori lungo il Passante. Lo ha annunciato Cav in una nota ufficiale e lo ha ribadito Anas nel corso di un tavolo tecnico nella sede della Provincia. Ora a Spinea sperano che l’iter proceda spedito e senza intoppi. Il progetto prevede di completare le barriere fonoassorbenti lungo il Passante nel tratto attualmente lasciato “libero”, i pannelli saranno installati nel lato in cui la carreggiata autostradale si affaccia sul centro abitato. Si parla di circa 400 metri di barriere per un costo complessivo che dovrebbe superare i 600mila euro, e i lavori dovrebbero durare massimo un mese.

Il programma di interventi legati alla mitigazione ambientale sul Passante è stato messo a punto da Anas, per quanto riguarda Spinea la gara d’appalto dovrebbe essere indetta nei primi mesi del 2015. Nel Miranese l’inquinamento acustico e atmosferico provocato dal Passante è un problema molto sentito, la questione è tornata d’attualità due mesi fa quando il Dipartimento di prevenzione dell’Ulss 13 diretto dal dottor Flavio Valentini ha inviato una nota a Cav e Anas sollecitando la realizzazione di interventi per ridurre i rumori provenienti dall’autostrada.

«I dati forniti da Arpav confermano che in alcuni punti nel periodo notturno i livelli sonori sono superiori ai limiti di legge», scrisse Valentini. La risposta di Cav è stata affidata al direttore tecnico Sabato Fusco: «A settembre è stato realizzato un intervento di posa di 540 metri di barriere fonoassorbenti lungo il Passante in corrispondenza principalmente dei caselli autostradali – si legge -. Ribadiamo in ogni caso che quelli da voi descritti sono casi-limite, per i quali comunque sono previste mitigazioni di imminente realizzazione».

Cav fa riferimento proprio a Spinea, dove nel 2012 i residenti di via Roma, via Costituzione, via Luneo e altre strade laterali presentarono un esposto alla Procura corredato da quasi 300 firme di protesta.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui