Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso Consiglio di Stato contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

PORTOGRUARO – Un confronto tra i candidati al ruolo di sindaco della città per chiedere loro cosa intendono fare sulla questione alta velocità a Portogruaro. È l’asso nella manica dei “No Tav Portogruaro”, che si riuniscono domani alle 20.30 per decidere le nuove iniziative.

«Ci auguriamo», sostengono i No Tav, «che il nuovo anno sia migliore di quello appena trascorso. Il 2015 sarà pieno di iniziative, nuove sfide e sarà anche pieno di soddisfazioni, ci crediamo».

Per i No Tav di Portogruaro il 2014 è stato un anno dove ancora una volta gli attivisti hanno cercato di mettere in difficoltà quello che definiscono il “Sistema Tav”, denunciandone gli interessi anche sul territorio e i presunti danni economici alle casse dello Stato.

I No Tav annunciano per il 2015 dibattiti pubblici, volantinaggi, iniziative di piazza, chiedendo poi il confronto di merito con le amministrazioni comunali; il dialogo continuo con le altre realtà cittadine attive sul territorio; e il coinvolgimento popolare. Intanto la politica locale, sul sistema alta velocità, sembra aver tirato il freno. Non se ne parla più.

(r.p.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui