Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

«Non possono prevalere interessi di parte per fare ancora una volta grandi opere inutili e dannose». La co-portavoce nazionale dei Verdi Luana Zanella torna alla carica contro l’ipotesi di scavare il canale Contorta Sant’Angelo in mezzo alla laguna, per farci passare le grandi navi. Opera che non ha avuto pareri positivi nell’istruttoria per la Valutazione di Impatto ambientale. Ma il Porto preme. «Unica soluzione», ha ribadito al governo il presidente dell’Autorità portuale Paolo Costa, «per togliere le navi da San Marco salvando la Marittima».

Ma Zanella se la prende proprio con il presidente del Porto, ex sindaco ed ex ministro dei Lavori pubblici. «I toni di Costa», scrive Zanella, «si fanno perfino minacciosi in questa situazione di assenza di un governo cittadino denocratico e rappresentativo. Guai se prvalessero interessi di parte, ancorché potenti e con agganci forti nei palazzi del governio centrale».

«La nostra città», continua l’ex parlamentare, «ha già fin troppo patito scelte scellerate, devastazione del territorio, con il grande intreccio tra grandi (e inutili e dannose) grandi opere, business e corruzione. taccia Costa e tacciano le lobbies, sia data voce alla città vera».

(a.v.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui