Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

MARTELLAGO – Bisognerà attendere fino a fine mese per vedere aperti il casello di Martellago-Scorzè e la viabilità di adduzione. Dalla Cav fanno sapere che è tutto pronto e sono stati ultimati anche i collaudi, ma si è ancora in attesa della autorizzazione all’apertura da parte del Ministero alle Infrastrutture: autorizzazione che porta con sè anche uno degli aspetti che più stanno a cuore agli utenti, la definizione del pedaggio. La data, dunque, non è stata ancora stabilita ma la Cav la prevede per la fine di marzo e comunque, appena fissata, la pubblicizzerà subito, in primis nel proprio sito.

Con l’entrata in funzione della nuova barriera, che completa le opere del Passante a 7 anni dalla sua apertura (è l’ultimo casello che mancava), sarà attiva anche la nuova viabilità di collegamento compresa nel pacchetto: la tangenziale nord, che dal casello si allaccia alla Castellana presso la Kelemata, attraversando via Ca’ Nove, Ponte Nuovo e Morosini e tagliando il centro di Martellago, e la bretella ovest, che dal casello si collega in via Boschi.

Per chiudere il quadro manca solo la “complanarina”. Il passaggio che collegherà casello e Moglianese, correndo parallela al Passante, e il cui iter è rimasto indietro, sarà realizzato da Veneto Strade con fondi Cav (6 milioni) e pronto presumibilmente tra un anno e mezzo-due.

N.Der

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui