Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mira. Passerella ciclopedonale, nuovo stop.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

27

mar

2015

MIRA – L’impresa rescinde il contratto: sopralluogo di Comune, Provincia e tecnici del Genio Civile

L’assessore Claut: «Sarà finita entro il 30 giugno e puntiamo anche al prolungamento del marciapiede»

Nuovo stop per la passerella ciclopedonale a Porto Menai di Mira ma l’assessore ai Lavori pubblici assicura: «Verrà conclusa entro il 30 giugno».

Nei giorni scorsi Luciano Claut ha incontrato i funzionari della Provincia e effettuato un sopralluogo con il Genio Civile per verificare l’andamento dei lavori sulla passerella di Porto Menai nonché la fattibilità del prolungamento del marciapiede di poco più di 50 metri verso la chiesetta per mettere in sicurezza i pedoni in quel tratto di strada.

«Purtroppo l’impresa che stava eseguendo i lavori per conto della Provincia – ha spiegato l’assessore – ha rescisso il contratto ed ora l’ente sta valutando un nuovo bando. Purtroppo i tempi sono stretti, ma l’opera va completata sicuramente entro il 30 giugno pena la perdita del finanziamento. D’altra parte – ha affermato Claut – mancano solo i parapetti e la collocazione dei pistoni in grado di sollevare la struttura».

L’assessore nella verifica con il Genio e nell’incontro con la Provincia ha affrontato poi il prolungamento del marciapiede. «Si tratta di una cinquantina di metri – ha spiegato – che metterebbero in sicurezza quel tratto di strada per i pedoni, verso la chiesetta. Il Genio Civile è sembrato ben disposto ad accettare la proposta di allungare il tratto sul ciglio arginale che ridurrebbe l’impatto ambientale e semplificherebbe la realizzazione».

Nel corso dell’incontro è stato affrontato anche il problema del completamento della pista ciclabile su via Risorgimento tra Oriago e Gambarare di Mira, all’altezza di Forte Poerio. Un’assurdità, se si pensa che la pista si interrompe bruscamente a circa 100 metri dall’ingresso del Forte, oggi destinato a parco attrezzato, a causa di un fossato.

«Le ipotesi erano due – rammenta l’assessore Claut – interrare il fossato o by-passarlo dalla parte del parco dopo un’adeguata pulizia. Abbiamo scelto questa strada e speriamo di completare la pista ciclabile collegandola al parco di Forte Poerio già per fine anno».

Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui