Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Una tempesta di mail diretta a intasare la posta elettronica dei deputati per sensibilizzarli a far ritirare il progetto dell’autostrada Orte-Mestre.

La singolare forma di protesta cominciata ieri proseguirà fino a mercoledì prossimo, quando alla Camera sarà discussa una mozione parlamentare presentata dall’onorevole Arianna Spessotto (Movimento 5 Stelle) e altri per chiedere lo stralcio del progetto e la messa in sicurezza della Romea e della E-45.

«La Orte-Mestre», spiegano per il comitato Opzione Zero il presidente Mattia Donadel e le portavoci Rebecca Rovoletto e Lisa Causin, «è una delle opere più impattanti e costose tra quelle previste dalla legge obiettivo, ma nonostante le numerose iniziative e l’azione costante di denuncia portate avanti in questi anni dalla rete “No Ar”, è solo con le inchieste Mose che finalmente se ne parla anche a livello nazionale. Il rischio è che l’iter di approvazione dell’opera vada avanti nonostante il progetto pensato ad esclusivo beneficio delle lobby del cemento e dell’asfalto».

Di qui la proposta: «Chiediamo a tutti i cittadini di inviane a ogni deputato una mail in cui si spiega l’assurdità di questo progetto».

Tutte le istruzioni sono già disponibili sui siti www.stoporme.org e www.opzionezero.org: la stessa mail sarà inviata agli onorevoli anche a nome delle singole organizzazioni.

Alessandro Abbadir

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui