Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mira. Via le slot e arriva il sindaco.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

9

mag

2015

MIRA – Maniero ha visitato il locale che ha deciso di eliminare il gioco d’azzardo

MIRA – Delegazione di autorità ieri pomeriggio al Fermo Posta Café di Oriago per complimentarsi della scelta coraggiosa di rinunciale alle slot machine per lanciare un locale di musica e karaoke.

Il sindaco Alvise Maniero insieme agli assessori Nicola Crivellaro e Francesca Spolaor ha fatto visita ai tre fratelli titolari del Fermo Posta Cafè di Oriago, insieme al senatore Giovanni Endrizzi.

Denis, uno dei tre fratelli, ha raccontato la loro storia, l’inizio nel 2011 con due stanze del locale dedicate ad una trentina di slot machine e anche slot wlt, quelle dei casinò. Poi la svolta radicale, chiudere con le slot (su 30 ne restano attive solo 6 per impegni contratti da concludere) e dedicare le sale alla musica e al karaoke. Scelta sancita qualche sera fa con una gara di karaoke, con una giuria d’eccezione, e alla quale hanno partecipato decine di persone. Trasformato il locale e adeguata l’acustica ora le sale saranno dedicate ad iniziative culturali e di spettacolo.

«Una scelta lodevole – hanno commentato il sindaco Maniero e il senatore Endrizzi – che speriamo venga seguita anche da altre persone coraggiose».

«Come amministrazione comunale – ha spiegato il sindaco – stiamo lavorando alla possibilità di introdurre degli sgravi fiscali per quegli esercizi pubblici che decidono di abbandonare l’attività con le slot per proporre altre attività più sane. Un modo – ha ricordato il sindaco – per continuare nell’impegno di contrastare il gioco d’azzardo, sottoscritto con un Protocollo in Prefettura, e che vede il coinvolgimento di associazioni locali e degli scout».

Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui